Partners

Informati e seguici per non avere sorprese in futuro

Se sei un’associazione o un ente pubblico impegnato nel sociale e condividi i nostri principi contattaci

COLIBRÌ
Italia, Liguria, Genova

COORDINAMENTO INTERASSOCIATIVO LIBERE INIZIATIVE PER LA BIGENITORIALITÀ E LE RAGIONI DELL’INFANZIA

Il Coordinamento Interassociativo Colibrì, raccoglie associazioni ITALIANE ed EUROPEE attorno ai temi legati alla genitorialità separativa ed al diritto dei minori a mantenere un equilibrata frequentazione di Madre e Padre.

Il coordinamento è composto da una quindicina di associazioni italiane del centro nord del paese e altrettante Associazioni di tutta Europa, per condividere esperienze e percorsi comuni sul diritto minorile, post separativo, in un continente che non ha più frontiere, che ha una moneta unica e che vorrebbe che i figli fossero trattati tutti con massimi vantaggi in termini di diritto a frequentare i loro genitori.

Per fare questo, anche la Giustizia di ogni singolo paese europeo, deve impegnarsi ad uniformare prassi e cultura.

Colibrì è il più grande Coordinamento Europeo Interassociativo sul tema della genitorialità Post Separativa e sulla Bigenitorialità.

BIGENITORIALITÀ SANA
Italia, Piemonte

Promuovere il cambiamento sociale nel rispetto della Genitorialità a 2.

Riformare l’ordinamento regionale per la salvaguardia dei Diritti Umani e delle vere Pari Opportunità.

Attivare azioni omogenee concrete in sinergia tra ETS e forze politiche sensibili ai temi della Famiglia.

COORDINAMENTO INTERASSOCIATIVO
Italia, Piemonte

Per i minori dai diritti negati

ASSOCIAZIONE AIEF E INTERDEPENDENCE ANNUNCIANO LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO “PER I MINORI DAI DIRITTI NEGATI” CON 10 ASSOCIAZIONI PIEMONTESI.

VARALDO-TORRERO: “NON E’ PIU’ POSSIBILE NEGARE LE GRAVI CRITICITÀ’ DEL SISTEMA”

Torino, 20 gennaio 2021 – “Non è più possibile negare l’evidenza delle condizioni strutturali, organizzative e gestionali di molte comunità per minori, in particolare quelle terapeutiche, così come le criticità che riguardano molte politiche di sostegno alle famiglie in difficoltà e la protezione dei minori e dei genitori vittime di violenze. In considerazione di ciò occorre imprimere una svolta profonda, che davvero tuteli i diritti dei soggetti vulnerabili che rappresentano il futuro del Paese: cioè i bambini e gli adolescenti. Si tratta di un impegno etico e morale. A tal fine annunciamo la costituzione in Piemonte del tavolo di lavoro “Per i minori dai diritti negati”, a cui sono chiamate a partecipare le associazioni piemontesi aventi come finalità il sostegno e la valorizzazione della famiglia, della genitorialità e la tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti, e che condividano il manifesto nel quale presentiamo alcune considerazioni e finalità.”

Lo annunciano in una nota stampa congiunta Tommaso Varaldo, Presidente dell’Associazione Infanzia e Famiglia AIEF, e Claudio Torrero, Presidente dell’Associazione Interdependence.

“Viviamo in un’epoca in cui la famiglia sta vivendo una profonda crisi, della quale è un indice eloquente il crollo della natalità. L’opinione pubblica è allarmata da clamorose vicende salite alla ribalta mediatica che evidenziano problemi di notevole gravità riguardanti il sistema che regola gli allontanamenti dei minori dal proprio nucleo familiare e la loro collocazione in comunità. Criticità – continuano Varaldo e Torrero – in cui varie istituzioni e competenze professionali sono coinvolte, ma che soprattutto determinano notevoli sofferenze per giovani vite il cui destino può essere segnato da decisioni sbagliate, insieme a quello delle loro famiglie. Al tavolo hanno già aderito, oltre all’Associazione AIEF e Interdependece, il Comitato dei cittadini per i diritti Umani CCDU, l’Associazione U.D.I.R.E., l’Osservatorio Giuridico Italiano OGI, l’Associazione Genitori Separati e Figli GESEFI, l’Ass. APEMS – Papà e Mamme Separati Novara, l’Associazione Donne Italiane Volontarie Associate DIVA, l’Associazione ANCORE e l’Associazione Italiana Genitori AGE con l’Istituto di ricerca IRSEF. Il quadro attorno al quale il tavolo opererà è quello sancito dalla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, di cui si promuoverà l’effettiva attuazione. Solleciteremo istituzioni, autorità ed enti a una revisione completa del sistema delle comunità e del loro funzionamento ed opereremo affinchè il sistema che regola il sostegno alle famiglie e ai minori in difficoltà venga cambiato, puntando sempre più sulla prevenzione e su interventi di sostegno alle famiglie basati sulla multidisciplinarietà, così che l’allontanamento dal nucleo familiare d’origine sia davvero una extrema ratio e avvenga sempre nel superiore interesse del minore garantendo il suo diritto all’ascolto.”, concludono Varaldo e Torrero.

Chiedici maggiori informazioni